• Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • specialità toscane Livorno

Dintorni

Castiglioncello, Punta Righini

La baia, situata in mezzo fra il promontorio denominato Torre del Romito (su cui si erge il Castello Sonnino) e una collinetta affacciata sul mare (ove si innalza la neomedievale villa Jana), è la foce di un piccolo torrente, il botro del Rogiolo, che, nonostante le ridotte dimensioni sul suo alveo l'acqua scorre tutto l'anno per la presenza di una piccola sorgente a monte, cosa rara per questi corsi d'acqua. Proprio alla foce del torrente sono situati i bagni Rogiolo, presenti dal 1961, e tutti gli anni classificati come "Bandiera Blu" per la qualità dell'acqua antistante lo stabilimento.

Sotto al versante sud del promontorio Torre del Romito, si trova il piccolo porticciolo del Castello Sonnino, con fondali che vanno da 1 a 1 metro e mezzo, con una piccola torre; nonostante sia possedimento dell'omonimo castello, la gioventù livornese assedia il sito, soprattutto d'estate, vista anche la discesa che dalla via Aurelia porta al mare.
Su uno sperone di terra è situata una struttura fatiscente ed imponente allo stesso tempo, che nel corso del Novecento fungeva da attracco per le varie chiatte che arrivavano nella baia per ricevere la ghiaia proveniente dalle colline sovrastanti, e da lì passante.

Zona pericolosa per via dello stato d'abbandono che si è impossessato della struttura, è luogo amato per i tuffi da media altezza (5 metri) dai più temerari.
Vicino alla punta estrema del promontorio del Castello Sonnino si ergono tre grandi scogli e un'infinità di minuscole insenature, non ci sono vie di mezzo, si passa da mezzo metro alla riva ai 15 antistanti la punta del promontorio. Sotto la superficie dell'acqua si trovano vere e proprie praterie di Posidonia, un'alga marina prediletta per la deposizione delle uova da parte delle seppie, ed altre specie.

Luoghi d'interesse

Veduta sulla baia del Quercetano  dopo il ripascimento

  • Castello Pasquini : fu costruito tra il 1889 ed il 1891 in uno stile che richiamava alla mente quello dei palazzi fiorentini del Medioevo.

  • Chiesa dell'Immacolata Concezione : la costruzione fu iniziata nel 1922, mentre la cupola risale agli anni immediatamente successivi alla seconda guerra mondiale, quando la chiesa fu restaurata a seguito dei danni riportati a causa degli eventi bellici.

  • Chiesa di Sant'Andrea : sorge sui resti di un oratorio del XVII secolo. La forma attuale risale solo al 1864;

  • Torre di Castiglioncello : risale anch'essa al XVII secolo e faceva parte del sistema d'avvistamento del litorale livornese. Ha subito alcune modifiche nell'Ottocento.

  • Villa Celestina : in stile razionalista, risale agli anni trenta.

  • Museo Archeologico Nazionale: istituito agli inizi del XX secolo, fu chiuso intorno al 1972-1973. È stato riaperto nel 2001.

  • Monte Pelato  (o Poggio Pelato): il monte più alto del comune, con i suoi numerosi percorsi da trek king, la macchia mediterra nea , i resti delle miniere di magnesite e meta del percorso rievocativo dei macchiaioli tra stupende vedute delle colline che si "gettano" in mare.

Manifestazioni locali

  • Inequilibrio Festival  - Festival di Castiglioncello (Periodo estivo) che prevede manifestazioni di danza di alto livello nazionale ed internazionale, nuove produzioni di danza contemporanea, sperimentazioni oltre che il grande evento estivo(agosto) con la coreografia di Micha Wan Hoche ed il suo ensemble .

  • Premio Letterario Castiglioncello-Costa degli Etruschi  con sezione letteraria (settembre) e sezione filosofica (febbraio)

Share by: